NATALE 1975, una piccola grande serie filatelica.

I FRANCOBOLLI del NATALE 1975 dell'ITALIA

ITALIA – NATALE 1975, una piccola grande serie.

Diversi anni fa, durante le conversazioni filateliche tra amici, ci si divertiva a dividerci per categorie: alcuni si consideravano collezionisti, altri appassionati, altri studiosi, altri ancora dei semplici “raccoglitori” (prendere tutti i francobolli che capitano a tiro, di qualsiasi nazione e tematica, e riporli in album “fai da te”). Una serie che poteva accontentare tutti (costo modico, interessante dal punto di vista culturale e “campanilistico” e ben riprodotta dall'opera d'arte originale) era “ITALIA – Natale 1975”.

La serie, composta da 3 valori, viene emessa il 25 novembre 1975 e porta raffigurati tre episodi tratti dai bassorilievi dei pannelli lignei della Madonna di Costantinopoli, opera d'arte conservata nella Chiesa di S. Maria Maggiore in ALATRI (FR). Per la descrizione dettagliata del capolavoro vedere la descrizione seguente, tratta dal libro “ALETRIUM” di Mario Ritarossi – Tofani editore, 1999.

 

Le caratteristiche tecniche dell'emissione sono le seguenti:

Natale – data emissione: 25 novembre 1975.

3 valori (Catalogo Sassone 1319/1321) – dentellatura 13¼ x 14 a pettine – Stampa: calcografia e offset presso Istituto Poligrafico dello Stato, Roma – Fogli da 50 valori – Disegno di Tullio Mele (1929-2008). Tirature: 15 milioni per i valori 70 e 100 lire, 8 milioni per il 150 lire.

 

70 lire -- policromo con cornice verde - “L'annuncio ai pastori”;

 

 

 

100 lire – policromo con cornice blu - “La Natività”;

 

 

 

                                                                                                          150 lire – policromo con cornice marrone-

                                                                                                                                      “L'annuncio ai re magi”.

 

 

PRIMATI, VARIETÀ, CURIOSITÀ e RARITÀ dei FRANCOBOLLI del NATALE 1975.

PRIMATI:

1) Si tratta di una delle serie celebranti il NATALE con il numero più alto di valori: ben 3 (come avvenuto solo negli anni 1972, 1973 e 1983);

2) È l'unica delle serie del NATALE (e probabilmente anche l'unica – ognuno può fare le ricerche – di tutte le serie di francobolli di ITALIA Repubblica) a riportare il nome della Città (ALATRI) su tutti i valori;

 

VARIETA':

È nota una sola varietà: il valore da 70 lire con la STAMPA DEL VERDE E DELLA CORNICE EVANESCENTE per eccessiva carenza d'inchiostrazione . Provengono da un paio di fogli – circa 100 esemplari – probabilmente NON venduti agli sportelli filatelici. Valore di catalogo ca. 250/300 euro ogni esemplare.

 

 

CURIOSITA':

Per il valore da 100 lire sono noti diversi esemplari, venduti regolarmente presso gli uffici postali, con piccole macchie di colore blu che possono coprire alcune parti o scritte del francobollo.

A fianco una coppia verticale il cui valore superiore presenta le suddette macchie che interessano la T e la I di Italia e L.100. Tale curiosità è dovuta ad una maggiore inchiostrazione o ad una mancata pulitura del cilindro. Il valore è puramente amatoriale e può variare da 5 a 30 euro in considerazione dell'ampiezza delle macchie e dal numero delle lettere coperte.

 

   RARITÀ:

              Questo Circolo ha il piacere di presentare a tutti una rarità per amatori: una delle poche (probabilmente una   dozzina, riservate all'Autore e personalità della Giunta d'Arte) prove dal conio originale. Si tratta, come attesta il certificato peritale del Dr. Enzo Diena (vedere) della parte calcografica della vignetta del francobollo da lire 100.

                                                                                                                                                                                                 

 

Nella rivista "FRANCOBOLLI" n. 61 del dicembre 1975 (sotto a destra la copertina) della Sassone editrice, a pagina 26, un interessante articolo sulla Madonna di Costantinopoli e sull'incisore del Centro Filatelico del Poligrafico dello Stato Tullio MELE. 

 

    

 

 

 

 

                                  

        Vari furono i promotori per l'emissione della serie filatelica del NATALE, con la scelta delle tre immagini dei pannelli lignei della Madonna di Costantinopoli in ALATRI. In primo piano occorre porre la tenacia del N.H. Cav. Valerio MOLELLA (1901-1978), fondatore e Presidente del "Circolo Filatelico Frusinate" nonché socio del "Centro Studi Gabriel", che l'appoggiò pienamente.

            Importanti risultarono gli appoggi politici e la spinta delle locali associazioni, tra cui la Pro Loco del Presidente Ins. Flavio Fiorletta. Non da ultimo l'interessamento da parte della famiglia DIENA, periti filatelici e amici di Molella sin dal dopoguerra.

               Nel 1995, in occasione dell'emissione di un francobollo della serie turistica dedicato ad ALATRI e della ricorrenza del 40° anniversario della prima Mostra Filatelica Ciociara, un omaggio doveroso viene tributato al Cav. Molella. Alla commemorazione partecipa l'amico perito filatelico Dr. ENZO DIENA.

             Nelle immagini sottostanti vengono riportati l'opuscolo contenente l'attività filatelica del Molella e il cartoncino-ricordo con disegno originale del Prof. Mario Ritarossi, tutti i francobolli riguardanti la Città di Alatri con l'annullo speciale e la firma del Dr. Enzo Diena.

 

 

 

   

 

La busta 1° giorno con annullo speciale.
La cartolina con la Madonna di Costantinopoli ....
...con l'annullo speciale e francobolli.
1995 - Il Sindaco di Alatri (al centro) presenta il Dr. Diena (a destra) ...
...in una sala consiliare gremita di personalità.
Il Dr. Diena con la N.D. Anna Campanari vedova Molella...
...e mentre firma i cartoncini-ricordo dedicati all'amico Molella.