BANCONOTE IN EURO: domande, risposte e novità !

BANCONOTE IN EURO: domande, risposte e novità !

BANCONOTE IN EURO: domande, risposte e novità !

In poco più di un anno ci sono pervenute diverse richieste d'informazioni sulle banconote in euro, a cui, grazie anche all'aiuto di amici studiosi e collezionisti, abbiamo potuto rispondere in modo probabilmente esaustivo. Riteniamo opportuno portare a conoscenza dei tanti appassionati e curiosi delle banconote in euro alcune delle domande arrivateci. Abbiamo preferito quelle contenenti informazioni e problematiche, omettendo, per ovvie ragioni di spazio, le richieste di valutazioni di vari biglietti, in quanto opinabili e suscettibili di variazioni in ogni momento.

 

BANCONOTE con solo tre cifre uguali

Domanda da parte di elisa-betty (giugno 2018): "Quante banconote in euro aventi solo tre cifre uguali nei dieci o undici numeri della serie si possono reperire in una tiratura?"

Risposta:

"Gent.ma elisa-betty,

NON è semplice rispondere: occorrerebbe sapere quanti biglietti siano stati stampati di quella tiratura, da quale numero di serie abbia avuto inizio il conteggio e tanto altro. Tutte informazioni difficilmente reperibili nei notiziari della BCE e a cui sono ammesse probabilmente pochissimi eminenti studiosi. Basiamoci su qualcosa che conosciamo: i 500 € dell'IRLANDA. (Nell'immagine a fianco del titolo il raro biglietto FDS dell'Irlanda – valore circa 3.000 € - che appare sulla copertina del libro di Guy Sohier "Les Eurobillets 2002-2009" e a lato un particolare).

Sappiamo, grazie allo studioso Guy Sohier che la tiratura ammonta a soli 192.000 biglietti e che la serie è iniziata da 0000000.... finendo con 0000191...

Basandoci su queste informazioni e vedendo di persona alcuni biglietti dell'Irlanda da 500 € abbiamo potuto ricavare che la tiratura sia potuta iniziare con il biglietto T00000001005 (da considerare rarissimo con la presenza di sette 0 consecutivi e solo tre cifre presenti). Il biglietto successivo, per la regola del 9, riporterebbe il n. …..1023, e subito dopo il …..1032, il …..1041, il …...1059 e così via. Con la presenza dei sette numeri 0 iniziali si avrebbe la somma fortuna (qualora la mazzetta fosse stata messa in circolazione e fosse stata provvista di tutti i numeri consecutivi della serie) di trovarsi di fronte a molteplici banconote con i sette 0 consecutivi, che le renderebbe particolarmente preziose, e a varie con la presenza di sole tre cifre uguali (..01005; ..01014; ..01041; ..01077; ..01104; ..01113; ..01131 e così via).

Pertanto la risposta è complicata. Accontentiamoci di sapere che se per fortuna da un distributore ci fosse capitata per le mani la banconota FDS da 20 € X35883333353 (vedere immagine riportata nel precedente capitolo "Banconore Euro rare: il problema delle quotazioni") subito prima o immediatamente dopo vi sarebbe stata la banconota ancora più rara X35883333335.

Con la speranza di essere stati di aiuto, ti salutiamo cordialmente."

 

"BANCONOTE "1ª serie" e "serie Europa": chi può presentare combinazioni numeriche più rare?"  Domanda pervenuta da diversi visitatori del sito negli ultimi mesi.

Risposta:

"Teoricamente la presenza di "solo" 10 cifre presenti nella "1ª serie" rispetto alle 11 della "serie Europa" dovrebbero far ritenere le particolari combinazioni numeriche di quest' ultima più rare e meno reperibili. A favore delle banconote da 5, 10, 20 e 50 € della 1ª serie giova anche il fatto che ormai i biglietti vecchio tipo dei tre valori più bassi non si trovano più in circolazione e ben presto scompariranno anche quelli da 50 €. Sempre teoricamente però vi sono alcuni casi particolari che possono far ritenere qualche combinazione numerica nei nuovi biglietti "serie Europa" di maggiore difficoltà.

Facciamo qualche esempio pratico:

1) la presenza nella serie di tutte le dieci diverse cifre numeriche (da 0 a 9);

2) la presenza nella serie di cinque coppie e

    3) la presenza nella serie di cinque, sei (a fianco una banconota con il gruppo di sei cifre eguali al centro della serie)  e sette cifre eguali consecutive. 

    dovrebbero risultare di maggiore difficoltà nella "serie Europa", essendo tali combinazioni nella vecchia "1ª serie" facilitate dalla presenza in più dell'undicesima cifra.

    Viceversa:

    1) la presenza nella serie di tutte cifre numeriche pari (0,2,4,6 e 8);

    2) la presenza nella serie di tutte cifre numeriche dispari (1,3,5,7 e 9) e

    3) la presenza nella serie di solo 2 o 3 cifre numeriche uguali

    dovrebbero essere facilitate nella nuova "serie Europa" dalla presenza in meno dell'undicesima cifra, come viene comprovato dalla maggiore reperibilità di tali banconote negli ultimi mesi (vedere varie immagini in calce);

    Un discorso a parte riguarda i "palindromi completi" o "banconote radar", in quanto riteniamo, come cercheremo di spiegare meglio in seguito, le difficoltà di reperimento quasi identiche sia per la "1ª serie" che per la "serie Europa".

    Tutto esposto sopra, ripetiamolo, è solo teorico, in quanto la realtà potrebbe sempre riservare delle sorprese."

     

     

    BANCONOTE "1ª serie" e "serie Europa" con particolari combinazioni numeriche.

    Domanda pervenuta da Alessia (settembre 2018) "Ho avuto la fortuna di trovare delle banconote FDS con particolari combinazioni numeriche (solo 3 cifre presenti, 5 coppie numeriche, palindromo verticale completo, palindromo orizzontale parziale composto da 9 cifre), ma in circa due mesi non sono riuscita venderle. Cosa dovrei fare?"

     

    Risposta:

    "Cara Alessia, siccome sappiamo che tu sei un'assidua visitatrice del nostro sito e ti piace soffermarti sulla Sezione "Collezioni – Monete", non vorremmo che avessi preso per "oro colato" le nostre valutazioni delle banconote in euro con particolari combinazioni di numeri. Come spesso ribadito, "le valutazioni da noi riportate, tengono in giusta considerazione una media tra la domanda e l'offerta e possono essere soggette a consistenti modifiche dall'andamento del mercato collezionistico e dalla facilità o difficoltà di reperimento delle banconote" in un determinato momento.

    Se vai in qualche importante fiera numismatica o, più semplicemente, controlli i vari siti di vendita delle banconote in euro, potrai scoprire diverse cose interessanti, alcune stranissime.

    Abbiamo infatti potuto constatare che qualche venditore è riuscito a cedere, ricavandoci anche un surplus del 20/30% del facciale, delle banconote che possono essere reperite con estrema facilità quasi ogni giorno dai bancomat o dagli sportelli bancari e postali. Ci sono riusciti spacciando per rare coppie di banconote che hanno le dieci cifre in comune, ma con la semplice inversione delle ultime due (ad esempio .......135 e .......153, o .......245 e .......254). (Riportiamo a fianco un gruppo di biglietti, presi da un bancomat, con tale "rarità"). Ogni lettore può fare la prova e vedrà che, in presenza di un gruppetto di banconote FDS dello stesso taglio, presi da un distributore o presso uno sportello bancario e postale, ci saranno diverse coppie con la suddetta combinazione, comunissima per la regola del 9 che sta alla base della monetazione cartacea in euroFanno ovviamente eccezione quelle banconote che, oltre ad avere gli ultimi numeri uguali invertiti (evento normale) presentano altre particolarità, come ad esempio cinque, sei o sette numeri eguali consecutivi o la presenza di sole 2 o tre cifre uguali (a sinistra l'esempio di due simili non comuni banconote).

     

    Di converso ci siamo trovati spesso di fronte a banconote non comuni o realmente rare che, probabilmente offerte a un prezzo ritenuto elevato, non hanno trovato acquirenti, almeno nel periodo da noi osservato. Alcuni anni fa banconote con palindromo completo riuscivano a spuntare prezzi elevati e trovavano compratori, tra cui diversi stranieri, anche per cifre vicine o superiori ai 1.000 euro l'una. Nel mercato odierno banconote eguali per bellezza ed importanza non vengono vendute nemmeno per somme intorno ai 600/700 euro. Da cosa può dipendere? Dalla improbabile diminuita presenza degli appassionati? Dalla saturazione del mercato o dall'affievolito interesse dei collezionisti (molti dei quali forse si accontentano di avere un unico esemplare nella propria raccolta o forse sperano di riuscire ad essere baciati dalla Dea Fortuna e trovare una simile banconota da un distributore automatico)? Dal particolare momento economico, che può spaventare anche gl'investitori e gli speculatori?

    Coloro che, come noi, sono stati da anni inseriti in vari settori del collezionismo (filatelico, numismatico, fumettistico ecc.), sanno benissimo che ogni tipo di collezione ha avuto e avrà alti e bassi, periodi di grande interesse intervallati da momenti di stanca e disaffezione.

    Tornando a noi, cara Alessia, possiamo solo consigliarti un sistema di vendita, se usi internet. Se ritieni che le tue banconote potrebbero valere "tot", potresti provare con la formula "Comprala subito" seguita però da "Proposta d'acquisto". In tal modo puoi osservare: quante persone siano interessate alle tue banconote; quali proposte possano essere effettuate e se fra di esse possa starci qualcuna di tuo interesse. Alla fine puoi sempre rifiutare tutte le proposte che non siano di tuo gradimento o intavolare una trattativa con il miglior offerente.

    Un caro saluto."

     

     

    BANCONOTE "serie Europa" – Alcune importanti novità

    Domanda pervenuta da Mauro (ottobre 2018) "Pensavo che almeno semestralmente avreste aggiornato anche le notizie e le valutazioni riguardanti le banconote in euro della nuova serie Europa. A quando questo aggiornamento?"

    Risposta:

    "Il nostro sito, gentile Mauro, è curato da pochi appassionati, i quali, come tutti i comuni mortali, sono alle prese con le molteplici problematicità della vita. Ci piacerebbe essere sempre pronti, ma, come comprenderai, non è semplice preparare un articolo ben fatto in breve tempo. Se dopo il discorso verte su un collezionismo recente e complesso, quale le "banconote in euro", pieno di sorprese e novità a ritmo serrato, occorre andare con i piedi di piombo e richiedere aiuto anche ad altri appassionati, collezionisti e studiosi.

    Ma eccoci a noi con alcune interessanti novità.

    NUOVE BANCONOTE serie "Europa" da 100 e 200 EURO

    Proprio qualche giorno precedente l'arrivo della tua domanda la Banca Centrale Europea ha presentato le nuove banconote da 100 e 200 € della serie "Europa". Esse entreranno in circolazione dal 28 maggio 2019. In un prossimo articolo analizzeremo tutte le caratteristiche dei nuovi biglietti.

    NUOVE (provvisorie) VALUTAZIONI per le banconote serie "Europa"

    Come avevamo avvertito, le valutazioni da noi fornite per le banconote con particolari combinazioni numeriche (soprattutto per la giovane nuova serie "Europa") dovevano essere prese con beneficio d'inventario. Trattandosi di una collezione "in fieri", tutti, e si sottolinea tutti, i cataloghi numismatici del mondo non possono che riportare delle valutazioni provvisorie e soggette a continui aggiornamenti.

    Facciamo un esempio pratico, riprendendo una parte del discorso presente nel precedente articolo "LE BANCONOTE IN EURO (della serie EUROPA) RARE per combinazione di numeri" (vedere).

    In esso riportavamo il quantitativo approssimativo delle:

    BANCONOTE IN EURO (serie “Europa”) in circolazione (a maggio 2017):

    UN TOTALE di circa 10 miliardi di biglietti di cui:

    da 5 € un miliardo e ottocentomilioni di pezzi;

    da 10 € due miliardi e trecentomilioni di pezzi;

    da 20 € tre miliardi e quattrocentomilioni di pezzi;

    da 50 € circa due miliardi e cinquecentomilioni di pezzi (aprile/maggio 2017).

     

    Attualmente (ottobre 2018) , secondo i dati statistici della Banca Centrale Europea (www.ecb.europa.eu) , abbiamo la seguente situazione:

    BANCONOTE IN EURO (serie “Europa”) in circolazione (a ottobre 2018):

    UN TOTALE di circa 18 miliardi e 200 milioni di biglietti di cui:

    da 5 € un miliardo e novecentomilioni di pezzi;

    da 10 € due miliardi e cinquecentomilioni di pezzi;

    da 20 € tre miliardi e ottocentomilioni di pezzi;

    da 50 € circa dieci miliardi di pezzi.

     

    Risulta pertanto agevolmente comprensibile che l'attuale reperibilità di banconote con particolari combinazioni di numeri sia superiore (ed in alcuni casi, come per i biglietti serie "Europa" da 50 €, in modo consistente). Inoltre, anche grazie ai nostri articoli, molte nuove persone si sono avvicinate, pur non essendo già collezionisti numismatici, alla tematica delle banconote in euro, prestando maggiore attenzione al denaro che prelevano dai bancomat o dagli sportelli postali e bancari. Tutto ciò comporta una continua revisione della valutazione da dare ai biglietti in euro serie "Europa".

    Prendiamo come esempio più eclatante la banconta da € 50: se a maggio 2017, di fronte a circa 2 miliardi e mezzo di pezzi in circolazione, trovarne alcuni con solo 3 cifre presenti nella serie, o con 5 e 6 cifre uguali consecutive, poteva apparire difficoltoso (ed ecco spiegate l'indicazioni R1 o R2 attribuite ad essi con le relative valutazioni); oggi, essendoci in circolazione della stessa banconota ben 10 miliardi di pezzi, trovarne diversi con le combinazioni numeriche anzidette risulta più agevole. Ne consegue, secondo le normali leggi di mercato e come possiamo constatare nelle fiere e sui siti internet di vendita, che l'offerta superi la domanda, che le valutazioni scendono, con conseguente revisione, anche da parte nostra, di quanto riportato nel precedente articolo (adempimento che effettueremo appena possibile e con l'aiuto di studiosi ed esperti).

    Per l'attuale situazione del mercato delle banconote in euro, sig. Mauro, t'invito a leggere, se vuoi, l'articolo successivo".

     

    CATALOGAZIONE: una splendida NOVITÀ

    I collezionisti e gli appassionati certamente lo sanno, probabilmente altri ignorano che anche le banconote "comuni" (chiamiamo in tal modo tutte quelle che, non rientrando nelle particolari combinazioni numeriche, non sono state trattate nei nostri articoli) hanno diverse rarità, dovute a vari fattori: il basso quantitativo stampato (abbiamo parlato dei 500 € dell'Irlanda), la difficoltosa reperibilità in circolazione di alcuni "plate numbers (tiratura di stampa)" o l'esistenza, per alcune tirature, di pochissimi esemplari fior di stampa (FDS).

    Diversi cataloghi europei, riportano annualmente, oltre alle monete, anche l'elenco delle banconote stampate, ma una grande utile novità è presente su internet: il più grande studioso di euro-banconote, il francese Guy SOHIER, ha approntato il sito web liste.eurobillets.free.fr , un preziosissimo catalogo gratuito, che permette di avere a portata di mano e sempre aggiornate tutte le emissioni e le quotazioni delle banconote in euro emesse dal 2002 ad oggi.

    La lingua utilizzata è ovviamente il francese, ma lo schema utilizzato è estremamente facile e comprensivo. Comunque, per venire incontro ai ragazzi che dovessero avvicinarsi al collezionismo delle banconote, riportiamo appresso un semplicissimo esempio (prendendo in esame la più rara banconota in euro dell'Italia, con traduzione in italiano dei termini utilizzati.

       

     

         

         Mnémo 

    (Catalogazione)

       
     

          Lettre

    (Lettera codice)

        Pays     

    (Nazione)

    Imprimeur et tirage

    (Tiratura di stampa)

    Signature

    (Firma Pres. BCE)       

    Billets par feuille / Positions extrêmes

    (Quantitativo ed estremi dei biglietti per foglio)                                                           

     

    COTATION en UNC                                 

    (Quotazione per pezzi FDS)                               

     20
     
        3/1/S/J9
     
                S
     
      Italie
     
                J009
     
     W. D. (Duisenberg)
     
      54 billets / A1 et I6
     
                       1300
     
                   

     

    Lo studioso francese Guy SOHIER è eminente autore dei seguenti libri, che trattano in modo specializzato la tematica delle euro-banconote:

    Les Eurobillets 2002-2007 - © Éditions Victor Gadoury, MC-98000 Monaco;

    Les Eurobillets 2002-2009 - © Éditions Victor Gadoury, MC-98000 Monaco;

     Les Eurobillets Millésime 2002 Millésime 2013 – © Édition Numismatique & Change, 55800 Revigny-sur-Ornain.

    Alcuni sono reperibili sul mercato francese o presso l'Autore. Soci e amici di questo Circolo possono rivolgersi all'Associazione, che cercherà di fornire quelli ancora disponibili a prezzo di costo.

     

    LE BANDE IRIDESCENTI: una novità per molti visitatori!

     

    La "striscia brillante" (nota anche come "banda iridescente") si trova sul retro delle banconote da 5, 10 e 20 euro, in posizione quasi centrale. Se s'inclina la banconota a luce radente la lunga striscia verticale diviene più visibile ed appaiono alternati (in posizione dritta sulle banconote della 1ª serie e in posizione coricata verso l'alto su quelle della serie "Europa") il simbolo alla cifra indicante il valore.

    Il pigmento iridescente utilizzato ha una tonalità tendente all'oro. Ma l'utilizzo maldestro di pigmenti diversi ha dato origine a curiose banconote con bande iridescenti di vario colore: si va dal bianco argenteo al giallo vivo, dal rosa al blu, dal verde chiaro al rosso violaceo. E siffatte "varietà" comprendono sia banconote della 1ª serie che quelle della nuova serie "Europa" e sono state effettuate da stamperie diverse (irlandese, italiana e tedesca). A fianco due particolari con la banda argentea e quella di colore rosso violaceo, in basso le altre (da osservare le stupefacenti bande color giallo vivo sulle due banconote tedesche). Ovviamente poter vedere con i propri occhi tali banconote lascia piacevolmente meravigliati, in quanto la maggiore o minore inclinazione del biglietto rende il colore della banda più o meno intenso.

     

     

     

    Un grazie particolare agli studiosi Pietro, Pablo e Mauro, ai quali ci si può rivolgere per eventuali consigli ed avvertenze sugli acquisti. E-mail: pietrodicecco@libero.it , pablo.ercolini@gmail.com , simonimauro@alice.it .

    Per il presente articolo molto importanti sono stati anche gli aiuti forniti gratuitamente da:

    Roberto e-mail: roberto.consolo@virgilio.it

    a_teixeira (Portogallo) venditore professionale su Delcampe

     

    I © delle immagini del presente articolo appartengono a tutti gli aventi diritto (Banca Centrale Europea, Banche nazionali dell'Eurozona, proprietari delle banconote ecc.). Vengono qui riprodotte solo a scopo culturale e divulgativo.

     

     

    Banconota 20€ serie "Europa" della Banca d'Italia con tutte le cifre presenti (da 0 a 9).
    Banconota 10€ serie "Europa" della Banca d'Irlanda con sei cifre eguali al centro.
    Ulteriore bella banconota irlandese con le sei cifre uguali alla fine e con conseguente palindromo verticale
    Biglietto serie "Europa" della Banca di Francia con sei cifre eguali all'inizio.
    Particolare banconota 50 € (stamperia olandese John Enschede S.P.) con tutte cifre dispari (1,3,5 e 7).
    Banconota serie "Europa" 5 € della Banca d'Italia con serie composta solo da tre cifre (0, 1 e 3).
    Banconota serie "Europa" 10 € della Banca d'Irlanda con serie composta solo da tre cifre (1,5 e 6). Il n. 6 appare sette volte.
    Particolare del bel biglietto 20€ della Banca d'Italia con serie composta solo da tre cifre e, togliendo il primo numero, da radar composto da nove cifre.
    Particolare del biglietto 50€ della Banca d'Italia con serie composta solo da tre cifre (1,3 e 9). Il n. 1 appare ripetuto sette volte.
    Altra bella banconota da 50 € con serie composta solo da tre cifre (1,2 e 9). Sono presenti tre coppie ed un poker numerici.
    Banconota da 5 € 1ª serie dell'Irlanda con banda blu.
    Banconota da 5 € dell'Italia con banda rosa.
    Banconota da 10 € 1ª serie dell'Irlanda con banda di colore verde chiaro.
    Banconota da 10 € 1ª serie della Germania con banda di colore giallo vivo.
    Altra banconota della stessa serie con uguale appariscente banda.